jump to navigation

Gli errori degli Affiliati e le strategie Vincenti – Parte 2 2012/11/27

Posted by Ivan Rizzo in Affiliazione, Fare Soldi Online, Guadagnare, Nicchia di mercato, SEO, Traffico.
Tags: , , , ,
trackback

Ecco la seconda parte dell’articolo sugli errori da NON commettere quando si promuovono dei prodotti in affiliazione e quali strategie vincenti si possono invece usare per migliorare le vendite.

Prima ti ho parlato perlopiù di quali errori non dovresti fare, adesso concentriamoci su cosa dovresti fare per creare un business duraturo, allora crea un blog dedicato esclusivamente ai prodotti in affiliazione, possibilmente con un dominio registrato e non con una piattaforma gratuita, comunque che sia free o no, usa WordPress, credimi è perfetto! Blogger di Google non è male, però ha qualcosa che non va…

Su questo blog “centrale” (dotato possibilmente di sezioni di contatto, tua biografia, risorse gratuite e privacy) crei delle recensioni su i prodotti in affiliazione (ecco perchè è utile conoscerli bene!) in modo che i tuoi potenziali clienti sappiano tutto quello che debbono sapere per essere incentivati all’acquisto, spiegando loro non solo i vantaggi e i benefici ma anche i difetti.

Armati anche di testimonianze, cioè altre persone che hanno già testato tali prodotti, potresti prendere quelle che generalmente sono già presenti nella sale letter originale. Se puoi, cerca di provare di aver già tu utilizzato il prodotto.

Cerca di incuriosire sempre i tuoi visitatori con titoli accattivanti e headers che incollano il lettore a prima vista! A fine post cerca di incentivare il potenziale acquirente all’acquisto dell’articolo, devi farlo, la gente su internet è pigra, più di me!

Un ottimo sistema è quello di dare ai visitatori materiale gratuito di prevendita, tipo report di un massimo di 30 pagine, magari di quelli virali inseriti proprio dai creatori del prodotto (si fa sempre con gli ebook) che trasformerà i potenziali acquirenti in acquirenti grazie a dei link presenti nell’ebook in formato PDF!

Se il prodotto gratuito è fatto da te è meglio, perchè si fideranno ancora di più (puoi crearli facilmente con Openoffice Writer, è gratis!). Con questo sistema accrescerai non solo le tue vendite ma anche la tua Mailing List (come Autoresponder ti consiglio Aweber o Getresponse).

Ovviamente non basta solo questo trucco a trasformarli in clienti, devi anche sostenere i tuoi iscritti con varie email in successione (follow-up) con suggerimenti e consigli utili correlati al prodotto o ai prodotti che stai cercando loro di vendere ovviamente.

Inutile dire che questo blog deve portare traffico targhetizzato, ossia mirato, insomma gente davvero interessata ai contenuti e dunque ai prodotti che offri. Se i visitatori non sono interessati a ciò che offri non compreranno neanche se li preghi in cinese.

I tuoi articoli perciò come i tuoi prodotti devono essere basati su di una nicchia di mercato specifica, senza essere troppo generici, altrimenti hai perso la partita in partenza sappilo. Se fai bene questo passaggio, dovresti ottenere buoni risultati e fare vendite discrete. Se sei appassionato della nicchia o comunque ben informato, apparirai come un esperto, e la gente ti amerà, si fiderà di te e indovina un po’… acquisterà i tuoi prodotti in affiliazione!

A proposito non demoralizzarti troppo se all’inizio vedrai pochi risultati, tipo poco traffico, pochi commenti, posizionamento basso sui motori, poche vendite ecc… devi essere fiducioso e costante e dare tempo al tuo business per decollare.

Una volta che il tuo blog spicca il volo, devi cercare di raggiungere centinaia di visite giornaliere (mirate si intende) e se riuscirai a farlo seguendo i passaggi di questo maxi articolo, beh dovresti fare un bel po’ di vendite; si stima che su 100 visite mirate si faccia una vendita, pensa se arrivassi a 500 visite giornaliere, sarebbero 5 vendite al giorno, pensa a 1.000 e così via, pensa inoltre a come gonfierai la tua lista di iscritti.

Ti consiglio di utilizzare tutte le strategie che ti ho scritto ed evitare gli errori menzionati nella parte 1, poi per il resto solo tu col tempo e l’esperienza potrai essere consapevole di cosa funziona e di cosa non funziona nel tuo personale business.

Io spero di esserti stato utile (ma quanto ho scritto?) e se ti piace questo articolo condividilo e commentalo, mi farebbe piacere,

Ivan.

Guida consigliata #1: Progetto Affiliazione (non puoi non leggerla!)

Guida consigliata #2: Traffico con Facebook

Annunci

Commenti»

1. Gli errori degli Affiliati e le strategie Vincenti – Parte 1 | ζ Il Blog di Ivan Rizzo - 2013/04/11

[…] Vai alla seconda parte dell’articolo: >>> Clicca qui <<< […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: