jump to navigation

Google Update e Penguin hanno ucciso il SEO? 2012/11/26

Posted by Ivan Rizzo in Aggregatori, Article Marketing, Fare Soldi Online, SEO, Social Network, Social News, Traffico.
trackback

Ciao caro lettore, sono passati un bel po’ di mesi da quando sono entrati in atto i due aggiornamenti di Google; Panda e Penguin.

Molti marketer oramai hanno abbandonato il SEO (Search Engine Optimization) dandolo per morto, o per “ucciso”, smettendo quindi di studiarlo e approfondirlo, non riuscendo più ad aumentare le visite ai loro siti e di conseguenza vedendosi calare le vendite del proprio business… e forse tu sei uno di questi.

Beh in realtà, a differenza di quello che puoi credere, seppur sia vero che molti siti sono decaduti dopo tali aggiornamenti, è anche vero che molti sono sopravvissuti, ed altri si avvalgono di strategie SEO aggiornate, o per meglio dire adattate alle nuove regole di Google.

Molti siti hanno ripreso tranquillamente, altri addirittura fanno meglio di prima, morto un papa se ne fa un altro, sono oramai inutili le tecniche di spamming, il link building di massa e a pagamento, e sai che c’è? Meglio! Perchè adesso Google premia più di prima i buoni contenuti rilevanti e originali, invece che di premiare chi usa tali mezzucci, in fondo la loro politica è sempre stata questa.

Infatti il principio e la democrazia di Google è quello di far trovare agli utenti ciò che cercano, quindi di far loro trovare i contenuti più rilevanti, quindi chi li ha avrà più vita nelle SERP, per il resto puoi promuovere i tuoi siti con i mezzi gratuiti online usando siti autorevoli, come i social media, senza quindi bisogno di spargere il tuo link su 3000 directory.

Oggi infatti i social media come Facebook e Twitter hanno portato un grande cambiamento nel marketing ma anche su internet in generale, quindi perchè non sfruttare Facebook per promuore i tuoi siti, servizi e prodotti? In questo modo si creano un bel po’ di backlink, tuttavia è bene ricordarsi che le vecchie strategie non funzionano più come prima, infatti oggi bastano pochi backlink di qualità, rispetto a tanti di scarsa qualità. Google li vuole da siti autorevoli, insomma affidabili e non da siti sconosciuti, il Seo NON è morto.

Insomma alla fine Google Panda e Penguin sono semplicemente uno dei tanti aggiornamenti che il colosso ha messo in atto nei suoi algoritmi in questi anni, e di sicuro non sarà l’ultimo, quello che non devi dimenticarti è che Google premia la rilevanza sempre e comunque.

Io spero di esserti stato utile, se ti va commenta questo post e raccontami se e come hai vissuto questi cambiamenti. Se l’articolo ti è piaciuto condividilo e commenta.

Ivan.

Guida Consigliata: Traffico con Facebook

Annunci

Commenti»

1. dgprint - 2012/12/01

E’ proprio vero gli aggiornamenti di quest’anno cercano di premiare i contenuti di qualità, anche se occorreranno senz’altro ulteriori miglioramente!

2. Ivan Rizzo - 2012/12/01

Esattamente 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: