jump to navigation

5 Importanti Suggerimenti SEO per Posizionarsi Meglio su Google! 2009/12/06

Posted by Ivan Rizzo in Ebook, SEO, Traffico.
Tags: , , , ,
trackback

Ottenere il tuo Sito tra i primi posti tra i risultati organici dei motori di ricerca può essere un compito davvero arduo se non hai le conoscenze necessarie per raggiungere il tuo obiettivo.

Ho osservato diversi consigli sul SEO – Search Engine Optimization (Ottimizzazione dei Motori di Ricerca) e ho scelto quelli più importanti per aiutarti ad iniziare, quindi continua a leggere per scoprire questi 5 consigli SEO.

Numero 1

Il tuo Sito deve essere ottimizzato per la frase chiave che la quale vuoi essere trovato dai motori di ricerca, cioè la stringa di ricerca più comunemente utilizzata per la tua nicchia.

Numero 2

Ora che hai scelto la tua frase chiave è necessario scrivere il contenuto che desideri avere sul tuo Sito. All’interno di questi Contenuti devi includere la frase chiave con una densità compresa tra l’1 e il 7%, vale a dire che devi ripeterla da 1 a 7 volte ogni 100 parole scritte.

Numero 3

Titolo e sottotitoli sono molto importanti, un grande strumento per rafforzare le tue parole chiave. Un esempio potrebbe essere la parola chiave “assicurazione auto”, dove è possibile utilizzare i seguenti titoli e sottotitolo:

Titolo: “Assicurazione Auto Poco costosa?”
Sottotitolo: Chiedi un preventivo gratuito per la tua assicurazione auto oggi stesso.

Numero 4

Inserisci la tua frase nel Tag del Titolo del tuo Sito, Il tag title è una breve frase in linguaggio HTML che si trova nella testa della tua pagina. Il tag title è l’informazione scritta che appare nella parra in alto del tuo browser.

Numero 5

Costruire altri link al tuo sito da altri siti è importante, anche se ti sconsiglio di farlo senza criterio. Tutti i siti che ti linkano dovrebbero in qualche modo riguardare il tuo stesso argomento altrimenti non saranno presi molto in considerazione dai motori di ricerca.

Prova questi cinque suggerimenti SEO e potresti presto essere sulla buona strada per ottenere una migliore indicizzazione nei motori di ricerca.

Ti interessano altri suggerimenti sul SEO? Visita gli altri preziosi articoli gratuiti presenti nella categoria del SEO.

Ciao,

Ivan.

Annunci

Commenti»

1. drogbbaster - 2009/12/06

Ciao Ivan ottimo post ma pultroppo non è sufficiente per migliorare la qualità Seo di una singola pagina… Pultroppo oggi esistono pareri concordi ma anche discostanti come migliorare il proprio posizionamento sulle ricerche Google… Devi sapere che Google e un software molto intelligente installato nei Server dove vengono inseriti i nostri domini, o meglio ha la capacità di archivire facilemente il contenuto delle nostre pagine Web e crearne istantaneamente una cache nel suo sistema… delle tue 5 regole ben spiegate ed illustrate chiaramente ad un netto miglioramento pultroppo non sono abbastanza per delineare una singola pagina verso la scalata dei primi posti alla keywords desiderata….

Ci sono molti fattori che scatenano la crescita di un dominio sulla keywords individuata….
la prima è proprio la scelta del nome dominio stesso… esempio un sito con nome dominio “graficaweb” difficilmente puoi arrivare nei primi posti nelle ricerche musicali, nonostante possiede un 70 percento di pagine inerenti al tema.. perche’ quando lo spider di google inizia la ricerca la prima cosa fa leggere il link ed un link iniziante http://www.graficaweb./musica-live. htm non avra successo.

per completare quello che splendidamente hai inserito tu nel tuo articolo aggiungo le seguenti notizie per i tuoi membri del sito….
http://www.drogbaster.it/pagerank_10.htm

colgo occasione per farti tanti auguri d i buone feste

2. ivanrizzo - 2009/12/06

Ciao drogbaster grazie mille per il tuo commento e auguri anche a te:)

3. ivanrizzo - 2009/12/06

ho letto il tuo articolo, complimenti è molto istruttivo e originale.

4. Alex Cappello - 2009/12/07

Ciao Ivan,

quello che hai scritto è solo la punta dell’ iceberg che in alcuni casi, forse, potrebbe darti qualche risultato apparente ma non duraturo.

Il lavoro di seo è sempre e costantemente work in progress e le cose cambiano continuamente. Per esempio non sono molto d’accordo nel punto 2, quando parli di densità della frase (fino a qualche tempo fa si parlava di densità della chiave).

In realtà parlare ancora di queste cose diventa troppo tradizionale e conservativo. La cosa invece più importante è parlare di “densità del tema”, lavorare quindi molto di semantica. Un ottimo riferimento e riscontro lo trovi su questo sito http://www.il-paroliere.it/consulenza-webmarketing/algoritmi-motori-ricerca.html che con parole molto chiare spiega molto bene il concetto al quale siamo diretti.

Non ti nascondo che in alcuni casi anch’ io ogni tanto uso dei metodi “tradizionali”, proprio perchè solitamente “cavallo che vince non si cambia”. Ma non posso pensare di proseguire ancora per molto tempo su questa strada.

Saluti,
Alex Cappello – AC Sviluppo Web

5. drogbaster - 2009/12/08

Ciao Ivan, grazie per aver accolto il post.
Siamo in periodi natalizi ti regalo quest’altro, sperando che ti faccia piacere, daremo una piccola informazione agli esperti di Seo che ne esistono a milioni con la speranza che un giorno anche da te passeranno e leggerano le bufale che ci sono in giro…. Le mie domande risposte, sono tutte documentate è possono in qualsiasi momento provate tramite link o altri metodi. Quindi nel caso di smentite accenderemo il dialogo in maniera più profonda….

Quando si parla di Seo ancora oggi mi vien da ridere, di tutte le buffonate che ci sono in giro.
Voglio chiarire una delle Chiarle che ci sono in giro…. “se il tuo pagerank uguale a zero mentre prima aveva un valore ben diverso.”

Chiariamo subito che non sei stato penalizzato… ma…..

Per tanti motivi, ci sono dei perche’.
Prima bisogna partire con esattezza della cosa tu non sei pagerank zero ma esattamente “non esistono indicazioni sulla pagina sul l livello di pertinenza.” Ovviamente non tutti sanno cosa vuol dire a tal proposito se esiste un maestro SEO che faccia ennesimo Meeting o seminari di min……ate sull’argomento e vi trovate per caso a spendere un 300 euro ditegli che il vostro sito e in boot – working cioè lo spider che assegna un un numeretto identificativo al vostro sito aggiorna il database quindi non assegnera + un rank alla pagina index ma alla singola pagina in maniera ad estrarne le keywords e le keyphase per indicizzare al meglio i contenuti agganciandolo alle ricerche di googlebot. Certo il discorso molto complesso quando si sconoscono delle basi ma soprattutto si è abituati ad un certo ragionamento obbligato da parte di tutti i maestri, professori e ciarlatani di tecniche d’incuccamento-

Chiudendo e ringraziandoti per la disponibilità data, ti dico che il pagerank ti assegna solo ed esclusivamente il numero di utente che puoi ricevere nel tuo sito esempio pagerank 3 sino a 5000, quindi non ti preoccupare i motori nonostante sono dei software installati nei server di tutti il mondo, stanno li aspettano che noi esprimiamo o scriviamo qualcosa d’interessante per loro. Non per aumentare il link populary ma posso darti ulteriori fonti per migliorare una pagina web http://www.drogbaster.it/crea_metatag.htm ( qui gratuitamente potete creare i metatag essenziali per ottenere davvero qualche miglioramento.)

Per il discorso TAG noindex e nofollow, partiamo da un concetto base con index aiuti il robots ha leggere i tuoi link del dominio quindi a quel punto non hai bisogno di sitemap xml o txt o html per una volta che lo spider trova una tua pagina qualsiasi sia se il sito è strutturato sino al terzo livello raggiunge qualsiasi pagina, in maniera da aggevolarsi il compito. il follow è consigliato quando tratti pagine tematiche dove con i link completi, migliori gli argomenti.. è sconsigliato se fai uso di frameset, troppi link pubblicitari, o inserisci una cadema di link al caso non indicizzati come se fossero una directory. In ogni caso anche se tu inserirai nofollow è possibile anche prendere un bel backlinks perche’ il follow indica solo al robots se deve seguire i link esterni al tuo sito quindi nel caso di http://www.drogbaster.it anche se il metatag e nofollow prende lo stesso i punti da questa tua pagina internet, ma quando fra qualche ora il robots verra nel tuo sito non passera nel mio, poco importa perche’ già sono indicizzato. Se invece linkerei esempio un sito non presente nei database google bloccherei la possibilità di farlo rivisionare dal robots stesso-

Spero di essere stato chiaro, pultroppo c’è tanto da parlare su un argomento delicato serio e difficile, dove tutti speculano creando un arcaica divinatoria rivolta verso cose e persone che fanno solo scena.

cordiali saluti SALVO SCIACCA

Ti faccio gli auguri di buone Feste

6. ivanrizzo - 2009/12/09

grazie alex e salvo ho letto i vostri commenti davvero interessanti 😀

7. drogbaster - 2009/12/14

ciao Ivan sono sempre Drogbaster volevo invitarti su http://drogbaster.blogspot.com/ se vuoi inserire qualche tuo articolo mi fa piacere…. vedo che se ok e mi farebbe piacere…..

non voglio farti spam… voglio solo darti la possibilità di farti un po’ di pubblicità, ovviamente il blog è nuovo ma già possiede delle visite mirate come vedrai dei reports… se sei d’accordo ti daro la possibilità di postare fammi sapere…
dimenticavo se vuoi cancella pure il mio invito visto che possiede il link… lo scopo e per una collaborazione e non in maniera egoista..cordiali saluti complimenti per i tuoi post

8. ivanrizzo - 2009/12/14

Certamente un articolo con link di ritorno in più non fa male


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: