jump to navigation

Ottenere Visitatori con gli Autosurf? Il Miglior Metodo per Sprecare Tempo e Soldi! 2009/12/01

Posted by Ivan Rizzo in Adsense, Autosurf, SEO, Social Network, Social News, Traffico.
Tags: , , , , ,
trackback

AutosurfCaro internauta, se c’è una cosa su internet importante ma che può risultare ostica, è portare traffico sul proprio sito web o blog. Ci sono diversi modi per ottenere traffico gratuito e una di queste è l’uso di Autosurfing.

Per caso stai usando siti di autosurf per portare visitatori al tuo sito? Beh se la risposta è sì, mi spiace dirtelo, ma stai solo sprecando tempo, e se hai pagato, stai sprecando anche denaro inutilmente, quindi ferma tutto e silura questo sistema.

Se la risposta è no allora ti spiego di cosa si tratta in modo che quando ti ci imbatterai non perderai tempo e anche perchè non dovresti usarlo e smettere se lo stai già facendo.

Iniziamo dal principio, che cosa sarebbero sti Autosurf e cosa significa questo nome? Non ha niente a che vedere con lo sport acquatico dove si cavalcano le onde del mare con una tavola da surf.

La parola surf è il termine corrispondente di “navigare” che usano gli inglesi, cioè navigare su internet, quindi Autosurf lo posso tradurre come “Autonavigazione”.

Il sistema di Autosurf consiste nel “scambiarsi il traffico” guardando a rotazione delle pagine per una trentina di secondi in automatico, tramite uno script installato nel sito che ci mostra i siti inseriti e scaduti i 30 secondi ce ne viene mostrato un altro.

Funziona così, tu ti registri in questo sito, inserisci il tuo sito web, quello che vuoi pubblicizzare, fai partire l’autosurfing, e supponiamo che questi te ne fa vedere 100, e allora dal momento che hai guardato 100 siti lui ti fa ricevere 100 visite sul tuo sito web sempre nello stesso modo, ovvero gli altri utenti che si registrano e fanno autosurf, nella rotazione vedranno anche il tuo sito.

Il tutto gratis e così puoi ricevere centinaia e centinaia, o anche migliaia di visite al giorno totalmente GRATIS! Sembra fantastico no? Peccato però che sia totalmente inutile.

Perchè dico questo? Ora te lo spiego subito:

1) Ricevi sul tuo sito traffico di qualunque tipo e non mirato, cioè visitatori che non sono interessati ai contenuti che offri. Se il blog che pubblicizzi parla di “gatti” e alle persone che arrivano dentro non importa nulla, o comunque non erano alla ricerca di siti di gatti è ovvio che abbandoneranno subito la lettura.

2) Il navigatore non sempre ha tempo a sufficienza per capire se il sito che sta guardando è di suo gradimento visto che allo scadere del tempo il sito viene sostituito, quindi se il tuo è un sito di vendita, probabilmente l’utente non avrà il tempo di far nulla. In genere gli autosurf hanno un “bottone” che permette di aprire il sito in una nuova finestra, questo risolve il problema in parte.

3) I link che guardi vanno a rotazione, e mentre sei in Autosurf ti capiterà sicuramente di rivedere lo stesso sito più volte, questo significa che se fai 1000 surf e quindi ne riceverai altrettanti sul tuo sito, non significa che riceverai visita da 1000 persone diverse! Perchè magari gli altri utenti vedranno il tuo sito 50 volte durante lo stesso autosurf, risultato? 1000 diviso 50 = 20! Solo venti visite e ricorda il punto 1 e quelli che verranno.

4) Gli utenti che finiscono sul tuo sito potrebbero non parlare la tua lingua! Molto spesso chi fa autosurfing non è un utente del nostro paese, mi spiego meglio, gli autosurf in genere sono multilingue e quindi il tuo scambio di traffico potrebbe essere fatto insieme a persone di tutto il mondo e non solo italiani. Quando tempo fa, vendevo un ebook dotato di sistema di affiliazione (cioè permettevo ad altre persone di vendere il mio prodotto in cambio di una commissione) controllavo il contatore di visite, che mi diceva anche da dove i click derivassero, nazionalità dell’utente, browser e lingua impostata, sistema operativo e addirittura città di residenza.

Ebbene alcuni dei miei affiliati usavano autosurf, PTC e PTR come metodo di promozione per vendere il mio prodotto… non hai idea di che genere di click ricevevo, inglesi, americani, francesi, colombiani, brasiliani e CINESI!!! Sì un sacco di click cinesi su un sito italiano che vendeva una guida per guadagnare su ebay in italiano. Cioè ma te lo immagini? Un cinese che vive a Shangai che entra nel tuo blog italiano che parla di gatti! Questo problema riguarda anche PTR e PTC. Comunque alcuni siti di autosurf ti mandano solo traffico della lingua che preferisci.

5) E cosa più importante che rende assolutamente inutile questo sistema: le persone che arrivano sul tuo sito, al 99% NON STANNO GUARDANDO IL BROWSER! Proprio così, quasi tutti gli utenti (probabilmente anche tu se lo stai usando) non guardano i siti a rotazione, semplicemente attivano l’autosurfing e poi fanno i fatti loro, navigano su altri siti, parlano su msn, ascoltano musica, chattano su facebook, giocano a metin e così via! O addirittura non stanno davanti al pc. Ragion per cui il 99,9% del traffico è INUTILE e NON MIRATO!

6) Infine lo sai che se usi i banner di Google Adsense nel sito che surfi rischi la chiusura dell’account per sospettati click finti? o meglio per un’attività di click non validi? Purtroppo, e dico purtroppo il mio account è stato chiuso proprio per questo motivo, perchè usavo un autosurf! In realtà per me Adsense era una cosa nuova e sinceramente guadagnare con l’esposizione di banner non era una grande aspirazione, ma vedersi l’acconto chiuso così dopo aver guadagnato 80$ è stato irritante. D’altra parte il mio ricorso per la riapertura è stato rifiutato, pertanto non posso più usare Adsense!

Quindi ricapitolando, ottenere traffico gratuito usando siti di Autosurf è una perdita di tempo! Sarà anche gratis ma il tempo che perdi non te lo restituisce nessuno. Lascia perdere l’autosurfing manderà solo in confusione il tuo contatore di visite senza farti capire da dove derivano i click mirati che sono davvero importanti 🙂

Se vuoi puoi provare fa pure, visto che è gratis, ma non comprare assolutamente niente! Questi siti vendono dei pacchetti di visite, tipo 30 euro 10.000 visite. Io personalmente ne acquistai due uno dal costo di 14 euro per 1.000 viste e un altro da 15 euro per 5-10.000 non ricordo bene.

Guarda non ti dico i risultati disastrosi, di una nullità assoluta, il mio contatore visite mi faceva notare una moltitudine di click doppi (vedi il punto 3), ovvero l’arrivo dello stesso visitatore più volte. Mi ricordo visitatori che eranno arrivati più di 20 volte sul mio sito. Questo discorso non vale solo per siti in cui vendi prodotti, ma anche per siti in cui raccogli iscrizioni gratis, è inutile anche per questo scopo.

Esistono altri mezzi gratuiti per ricevere traffico:

Article directories: inserisci articoli con contenuti utili nelle varie directories presenti sul web tipo www.hellodir.com

Article marketing: scrivi articoli utili con alla fine un link di back-end che porta al tuo sito in piattaforme apposite tipo http://www.articlemarketingitaliano.it

Directories: Inserisci il tuo sito nei motori di ricerca e nelle varie directory presenti in rete. Puoi fare anche degli scambi link.

Forum: entra in un forum che appartiene alla tua nicchia di mercato e durante la registrazione inserisci un link di back-end nella firma del tuo profilo, in questo modo non sarà considerato spam e interagisci con gli utenti magari dando consigli utili a riguardo. Per trovarli? Semplice, forum di gatti? Vai su google e cerca forum + gatti 🙂

Ti bastano 1.090.000 siti su i gatti? 🙂

Social News: quando scrivi un articolo sul tuo sito o blog che sia, inseriscilo nei siti di Social News.

Eccone due: Diggita www.diggita.it e Oknotizie www.oknotizie.virgilio.it

Social Network: Promuovi il tuo sito o i tuoi articoli su Social Network come Facebook, Twitter, Myspace e così via senza fare spam ovviamente.

Traffico virale: Scrivi un report in formato Word o PDF dove dai dei consigli utili riguardo alla tua nicchia e inserisci dei link di back-end che portano al tuo sito e dallo gratis alla tua lista, ai tuoi amici, e a chiunque.

Beh a questo punto io ti saluto e spero che il mio articolo (oddio ma quanto ho scritto? è un monologo!) ti sia stato utile e ti saluto.

Saluti,

Ivan Rizzo.

Annunci

Commenti»

1. elisa - 2009/12/03

Ciao Ivan, sono arrivata qui da fai.informazione. Non conoscevo questo metodo di accapparrarsi visite; da come lo hai descritto, è proprio un sistema inutile e anche dannoso. Le visite si devono meritare, e si meritano con la propria bravura e il proprio lavoro.
L’idea di navigare attraverso vari siti, magari sperando di capitare in qualcuno di nostro interesse, però, non è male: mi ha fatto venire in mente Stumble Upon. A differenza degli autosurf, StumbleUpon, opportunamente configurato, ti mostra solo i siti relativi agli argomenti di tuo interesse, e anche della tua lingua! 😉

2. ivanrizzo - 2009/12/04

Esatto Elisa, non ha senso che le persone atterrino su dei siti che non è di loro interesse. E’ un pò come se io che sono interessato all’info-marketing dovrei leggere un blog che parla di giardinaggio di cui non mi frega niente 🙂

(non conosco stumbleupon)

3. elisa - 2009/12/04

Sono sicura che se vieni su StumbleUpon te ne innamori! 😉 Qui c’è una guida, un po’ datata, ma cmq valida: http://www.danielesalamina.it/mastering-stumbleupon-la-guida-definitva-per-imparare-ad-usarlo-e-per-incrementare-le-visite. Se vieni, aggiungimi pure come amica, mi farebbe senz’altro piacere! 😉
La forza del servzio è proprio questa: puoi navigare attraverso i siti proposti da altri stumblers, ma attraverso i tuoi voti e le tue preferenze, StumbleUpon ti mostra solo quello che si attiene ai tuoi interessi. Per cui mai siti di giardinaggio, di cucina o di lavori a maglia, se non ti interessano! 😉

4. ivanrizzo - 2009/12/06

è interessante vado a darci un’occhiata, grazie elisa 🙂

5. pako - 2010/01/05

secondo me ti hanno bannato da adSense perche ti cliccavi da solo non per gli auto surf
Gli auto surf vanno usati con parsimonia, per lanciare attivita o nuovi siti, non influiscono negativamnete e non promettono 1000 visite ma 1000 crediti
E’ chiaro che non tutte le utenze sono mirate ma esistono auto surf italiani ottimi e professionali che stanno attenti ai tipi di siti e utenti
Inoltre i nuovi sistemi permettono durante la navigazione di mettere in pausa l’autosurf e navigare liberamente nel sito
Tra le altre cose molti hanno adottato un riconoscimento ogni tot tempo cosi che si e’ obbligati a vedere i siti altrimenti non si guadagnano crediti

Personalmente ne faccio un buon uso, tutto e’ come un coltello dipende dall’uso che se ne fa
Non vorrei che nell’autosurf hai messo gli annunci di google per essere bannato a vita!!!!!!!!1

6. ivanrizzo - 2010/01/05

No no non ho messo gli annunci di adsense nell’autosurf e non cliccavo da solo, inoltre quando feci il ricorso, nelle email quelli dell’assistenza scrissero che molti dei click derivavano da autosurf.

7. Thomas - 2010/04/08

Pensate un pò che io ho appena creato un sito di autosurfing…!….tanto vale tenerselo!

8. Papostolo - 2010/09/26

Gli autosurf ti tirano su il pagerank.. quindi non e inutile anzi!

9. Francesco - 2010/12/15

Ciao, ho letto con interesse il tuo articolo sugli autosurf. Erano cose che già sapevo ma mi è piaciuto il modo in cui hai affrontato il discorso. Comunque io ho appena messo su un sito di autosurf e credo che non sia tutto vero quello che hai detto. Anche se l’autosurf manda più volte lo stesso utente sul tuo sito che vende un prodotto questo non vuol dire che sia tutto negativo. A volte anche le pubblicità che durano pochi secondi attirano l’attenzione… anche se nonn si è davanti alla tv o se si sta ascoltando la radio mentre si parla con altre persone…. a volte il messaggio arriva in maniera indiretta. Comunque io uso gli autosurf e soprattutto il mio per “guadagnare” qualche spicciolo…. mettendo in rotazione siti ptp per esempio
http://www.feanarptp.com/inscription.php?r=happysurf
dove ogni visita viene remunerata anche se proviene dallo stesso utente. Quindi secondo me in internet tutto è utile e tutto è inutile… dipende dall’uso che ne fai e dove vuoi arrivare. Ciao

10. slacks - 2011/06/12

ottima guida molto chiara e pertinente, tutto aderente alla realtà

11. pako - 2011/09/22

per il ban di Google AdSense vorrei rimandarvi tutti su facebook dove ci sono tantissimi gruppi che presto si uniranno in una class action contro Google

che ti banna poko prima del raggiungimento della soglia minima e si tiene tutti i soldi

Pur ammettendo che i click ricevuti durante un autosurf siano fraudolenti (e erche?se un utente in navigazione cliccka un banner che fa di illegale?
)ma pur ammettendo che QUEI click fossero fraudolenti, e gli altri??
Cioe’ gli altri click quelli buoni perche non li pagano??
Loro dicono che rimborsano i clienti io da adword non ho mai ricevuto nessun rimborso click
google ha miliardi di click fraudolenti!!!
e nessuna ricevuta di rimborso!!

Altri programmi ti pagano i click veri ed escludono i fraudolenti

In italia se ti accusano di una cosa devono provarla
Google invece ti liquida con un email automatica
Ma dico scherziamo??
Class action contro il ban di google
I diritti italiani calpestati da il gigante GOOGLE

Questa e’ la vita
Per avere un sito oggi devi pensarlo per google
Il monopolio e’ sempre cattiva cosa
Cosi come microsoft che ci costringe ad usare windows grande sistema operativo stracolmo di errori e bug, a botta di 200 euro a licenza per milioni di utenti
Scusate lo sfogo

12. wild - 2012/01/19

Veramente non sono affatto inutili!!! Io ho dei banner ad impression cioè che mi pagano per le visualizzazioni uniche infatti frequento tutti gli autosurf che fanno vedere solo uuna volta il sito, dopodichè lo puoi visitare solo apparte

13. peppe - 2012/03/10

Salve io o notato dal contatore di visite hitstat che le visite provengono dal dominio dell’autosurf e non da ip di persone che navigano , penso che google potrebbe penalizzare questo tipo di traffico. si per quello che riguarda adsense ti ammazzano non ti bloccano hehe anche se poi si puo” usare altre cose al posto di adsense , se poi uno vuole utilizzare adsense ci sono persone in america che ti creano un nuovo conto e ti danno anche un nuovo conto paypal per pochi dollari.
Poi tutte queste mail automatiche anche di paypal ma che rottura di @@ o dovuto usare paysite-cash.com al posto di paypal perche’ mi hanno sospeso il servizio e bloccato a vita perche’ sul sito oltre agli annunci normali ci sono gli annunci per adulti ma FANCULO avvisami che provvedo, mi a arrecato piu danni che altro per fortuna o risolto ma sconsiglio vivamente di usare paypal quando ci sono tantissime altri servizi . il discorso e lungo ed e vasto .

14. ugo - 2012/04/11

Ciao credo tu ti sbaglia riguardo all’inutilità di autoserf, perchè proprio tramite questo sistema non solo ho avuto visite, ma ho avuto utenti attivissimi che oggi contano 300 attivi, secondo me non hai avuto fortuna credo o altro non so. Ciao ah puoi visitare il mio sito 🙂 ciao un abbraccio.

peppe - 2012/04/11

bha’ …. non saprei se mi puoi dire che autosurf usi .. link magari faccio un salto anche io dato che li conosco tutti e i risultati so quello che sono

15. Massimo - 2012/11/03

Ciao,
Anche io sono d’ accordo con il tuo articolo in merito all’ efficacia degli autosurf… Ne ho usati molti qualche anno fa e risultato sempre 0, inoltre ho letto diverse recensioni online che indicavano che ricevere visite da autosurf è dannoso perchè il sistema di indicizzazione di google vede questa cosa come una forzatura ed esclude dalle prime pagine i siti che usano questi sistemi… Poichè per google un sito che riceve un giorno 1 visita e il giorno dopo 40, magari dagli stessi indirizzi ip è un sito che tenta di “ingannare il web”.

Avrei una nuova affiliazione italian da proporti.. Se ti può interessare mandami una mail che ti spiego di che si tratta… O in alternativa visita il mio sito… 😉

16. Bruno - 2012/12/15

Beh.. grazie per avermi fatto risparmiare un sacco di tempo!!! Mi è arrivata una email che mi stava convincendo a fare questa cosa ma ho deciso di fare prima una ricerca ed eccomi qui… niente autosurf quindi… meglio sgobbare e sudarselo il traffico!!!

17. Ivan Rizzo - 2012/12/16

Bruno contento di averti fatto risparmiare tempo ^^

18. Flavia - 2013/01/31

Ciao Ivan. Intanto grazie per tutti i consigli. Sinceramente neanche io sapevo che si rischiava la sospensione dell’account AdSense.

Però ti vorrei chiedere un chiarimento. Se io ricevo tante visualizzazioni di pagina dove ho banner Google AdSense, però non click solo visualizzazioni fittizie, appunto con gli autosurf, bannano lo stesso? Cioè se io ho un click ogni 2000 3000 visite per dire, non rischio il ban? Anche se queste visite durano pochi secondi e sono 1000 o più al giorno?

19. Ivan Rizzo - 2013/01/31

Sinceramente non conosco la risposta alla tua domanda, ahimè il mio periodo con Adsense fu breve ahahah

20. stop smoking tablets - 2014/05/07

I got this website from my friend who informed me on the topic of this web site and at the moment this time I am visiting this web page and reading very informative articles here.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: